LA BOTANICA DI LEONARDO - FIRENZE - MOSTRA

klsjdajsdhaksjdhasj

E venite o omini a vedere i miracoli
che per questi tali studi si scopre nella natura.

[Leonardo da Vinci Codice Madrid I, f.6r]

La mostra

La Botanica di Leonardo. Per una nuova scienza tra Arte e Natura è una mostra ideata e prodotta da Aboca, in collaborazione con il Comune di Firenze.

La mostra approfondisce le riflessioni di Leonardo sulle forme e sulle strutture del mondo vegetale sottolineando la sua originale sintesi fra arte e natura e le caratteristiche del suo pensiero scientifico, che possiamo definire “universale” nello studio ampio e organico dei diversi ambiti del sapere.

Dalla fillotassi alla dendrocronologia, gli scritti e i disegni di Leonardo registrano infatti intuizioni di assoluto rilievo nella storia della botanica, generate dal suo acuto spirito di osservazione e dalla sua continua attività sperimentale, che vanno a delineare una visione dinamica della scienza – ricca di implicazioni e riferimenti anche nella contemporaneità.

Scarica la presentazione della mostra nella tua lingua

Media
Media
Media
Media
Media
Media
Media
Media
Media
klsjdajsdhaksjdhasj

Il simbolo della mostra

La forma geometrica del Dodecaedro e l’albero di Gelso sono i due simboli della mostra La Botanica di LeonardoPer una nuova scienza tra arte e natura che si terrà nel complesso di Santa Maria Novella a Firenze dal 13/09/2019 al 15/12/2019.

Il Dodecaedro. Per gli antichi Greci e per i neoplatonici rinascimentali il Dodecaedro rappresenta l’intero l’universo, mentre gli altri poliedri platonici rappresentano i quattro elementi: la terra (cubo), l’aria (ottaedro), l’acqua (icosaedro) e il fuoco (tetraedro). Leonardo disegnò i poliedri per il manoscritto De Divina Proportione di Luca Pacioli.

Il Gelso (Morus Alba L.) è una delle piante più amate da Leonardo, che l’ha rappresentato, come tema unico, nella sala delle Asse del Castello Sforzesco di Milano.

Insieme rappresentano il mistero della connessione fra tutte le cose che affascinò Leonardo e ispirò i suoi studi nell’arco di tutta la sua vita.

I curatori

La curatela della mostra “La Botanica di Leonardo” è di Stefano Mancuso, una tra le massime autorità mondiali nel campo della neurobiologia vegetale, Fritjof Capra, fisico e teorico dei sistemi e studioso di Leonardo da Vinci e Valentino Mercati, fondatore e presidente di Aboca.

Il coordinamento scientifico è di Valentina Zucchi, MUS.E Firenze

Leonardo e Aboca

Il pensiero di Aboca si basa sulla comprensione di una simbiosi che mette al centro il sistema di relazioni tra l’uomo e l’ambiente. Il medesimo pensiero si ritrova in modo sorprendente nell’opera di Leonardo che, oltre 500 anni fa, si poneva le stesse domande tracciando una strada che ancora oggi appare coerente e attuale.

Aboca è una healthcare company italiana che si occupa di cura della salute attraverso prodotti 100% naturali che rispettano l’organismo e l’ambiente. Prodotti dentro ai quali ci sono innovazione, ricerca, qualità e valori. Per questo sono in grado di rispondere alle esigenze di salute nel senso più profondo: curando in maniera efficace oggi, migliorando la qualità della vita domani.

Aboca è anche una Società Benefit: per statuto l’azienda si impegna ad operare in maniera responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti della comunità, delle persone e dell’ambiente, monitorando annualmente i “benefici comuni” prodotti.

I biglietti

Acquistando il biglietto della mostra si può accedere a tutto il complesso di Santa Maria Novella che comprende: la Basilica con le cappelle affrescate e il crocifisso di Giotto, la Sagrestia ed il cimitero degli Avelli; il Museo di Santa Maria Novella, con il Chiostro dei Morti, il celebre Chiostro Verde, il Cappellone degli Spagnoli, la Cappella degli Ubriachi.

I luoghi

Anche se il destino lo portò a morire lontano da Firenze, nel corso della sua vita Leonardo rimase strettamente legato a questa città. Non a caso si definiva “pittore fiorentino”. Uno dei luoghi più significativi, in questo senso, è proprio Santa Maria Novella.

Prossimi eventi

In occasione dell’inaugurazione e durante tutto il periodo della mostra, Aboca propone al pubblico un programma di incontri per approfondire il pensiero di Leonardo in una prospettiva contemporanea.

Un calendario ricco di appuntamenti a Firenze e in diverse città in Italia, dove studiosi e filosofi riflettono insieme sulla straordinaria opera di Leonardo da Vinci, intrecciando il pensiero sistemico da lui suggerito cinquecento anni fa con le conoscenze di oggi.

Ultime news